martedì 25 aprile 2017

Il principe ranocchio Beniamino, unboxing e tutorial (Haba)

Bentornati all'aperiodico appuntamento con i giochi per bambini, oggi insieme a Sophie apriamo un'altra delle scatole Haba che ho recentemente comprato per lei, si tratta di Fritz Froschprinz, tradotto per il mercato italiano in Il principe ranocchio Beniamino.
Anche in questo caso siamo un po' in anticipo sui tempi, il gioco è consigliato per i bambini a partire dai 4 anni ed effettivamente non l'abbiamo giocato seguendo le regole, per quello c'è tempo, ma andando a cercare semplicemente le tessere con la palla d'oro e facendo la scenetta triste tutte le volte che non c'era.
Le illustrazioni sono in linea con lo stile Haba di questa serie (serie Superminis) e i materiali sono robusti, il ranocchio in particolare è bello imponente e facilmente manegievole anche da mani non proprio educatissime. Unica pecca alcune tessere con l'immagine un po' decentrata, ma salta all'occhio solo all'adulto e non inficia minimamente il divertimento dei bambini.

giovedì 20 aprile 2017

Legend of the Five Rings: The Card Game

Dopo aver acquisito quasi due anni fa la licenza di questo fortunato brand da AEG, la Fantasy Flight Games mi ha tenuto sulla corda per parecchi mesi senza rivelare nulla sui loro progetti a proposito del futuro di Rokugan.

In questi giorni invece se ne stanno uscendo con un sacco di novità, a partire dalle specifiche (sarà per 2 giocatori, di durata importante e decisamente non immediato con l'età consigliata impostata sui 14+, decisamente non un gioco da prendere sottogamba) e proseguendo con un botto di immagini e da una dettagliata spiegazione che potete trovare qui... si però... non correte subito a quel link perché Asmodee Italia ha già fatto tutto il lavoro per noi e ha tradotto il tutto, annunciandone anche l'edizione italiana! Come d'abitudine FFG si è prodigata in dettagli e spiega la struttura delle carte, le dinamiche di gioco. Il prezzo dell'edizione americana si attesta sui 40$ ma non ho trovato indicazione dei materiali se non quelli visibili nelle immagini qui sotto, quindi non posso sbottonarmi su una valutazione. Quello che preoccupa già invece alcuni nel tamtam sui social è la necessità di comprare 3 set base per avere il playset completo delle carte. Data di pubblicazione? Quarto trimestre 2017.

Questa invece la nota di presentazione del prodotto:

martedì 18 aprile 2017

[The Family Box] Splash! (il Niubbo)

Eccoci al secondo appuntamento con la nostra scatola delle meraviglie con un titolo che ho scoperto piuttosto recentemente ma che finisce presto nella box a causa della sua immediatezza. Gli ingredienti sono pochi ma vincenti: una manciata di legnetti in diverse forme e colori ben distinti, alcune pietruzze luccicanti, due righe di regolamento, il tutto in un'altra piacevolissima scatolina modello dubble.

Come spiegare le regole ? In ogni occasione ho rovesciato i legnetti sul tavolo ( le pietruzze servono per il punteggio, meglio lasciarle un attimo da parte ) e ho finto di distrarmi leggendo il mini regolamento. Grandi o piccoli che fossero i partecipanti, tutti hanno quasi subito provato ad impilare i pezzi di legno uno sull'altro. Dopo un paio di tentativi ecco la domanda” Ma come si gioca?”.

giovedì 13 aprile 2017

Unboxing Star Wars: X-Wing set base

Complice l'ambientazione piuttosto apprezzata, approda sui nostri tavoli Star Wars X-Wing il gioco di miniature. Per due giocatori ma notevolmente modulabile grazie al considerevole numero di navi disponibili ad oggi (una cinquantina per la disperazione delle nostre povere tasche), x-wing è cresciuto nel tempo ritagliandosi un proprio mondo organizzato. Nello specifico il set base propone 3 missioni per prendere confidenza con le prime navi tra cui proprio quella che da il nome al gioco.

Vedremo quanto riusciremo a spingerci lontano in questo tentativo di collezione epica.


martedì 11 aprile 2017

Cosa abbiamo acquistato a Play Modena 2017?

Ok ok, non saranno proprio tutti gli acquisti di Play. Un paio di giochi di piccolo formato (3 Segreti e Deckscape) me li sono dimenticati fuori vista nell'armadio e manca anche la parte de ilBotta, ma quest'anno è andato al risparmio e non si è svenato come suo solito.

Il grande assente però è Century, la Via delle Spezie, che è andato esaurito a 17 minuti dall'apertura della fiera e che a questo punto ho già ordinato al mio negoziante di fiducia. Sui social già si vedono i primi dubbi riguardo alcune dinamiche mentre altri ne decantano la bontà e sono alla ventesima partita in meno di una settimana. Mi piace quando un gioco divide in questo modo, non vedo l'ora di provarlo di persona.

Nell'attesa però andiamo a vedere i nostri acquisti, e già vi avverto che di Topiary ho detto che è un piazzamento lavoratori perché piazzi meeple attorno alle tessere lunghe le linee di vista, ma che in realtà non è proprio corretto ma al momento non mi veniva di meglio :-P

domenica 9 aprile 2017

Il Niubbo nella terra degli Elfi

Altro giro altro regalo e altro premio personale. Udite udite un gioco che ha quasi vent'anni ma che non avevo provato mai fin'ora. Vince il premio per “L'effetto sorpresa Play 2017” Elfenland, in particolare la versione deluxe del 2016 e badate bene che questo gioco uno “Spiel des Jahres” l'ha vinto davvero. In italiano by Giochi Uniti.

Comodamente seduto ad un tavolo dell'area goblins attendo insieme ad alcuni improvvisati compagni d'avventura ludica che uno dei giocatori torni con un titolo da provare. Non arriva con la novità del momento che desiderava testare ma con questo altro titolo che nessuno al tavolo ha mai provato e che almeno per noi diventa quindi novità suo malgrado.

sabato 8 aprile 2017

Come sbalordire un Niubbo. Medioevo Universalis

Premio “effetto WOW” per Medioevo Universalis. Ritirano il premio le più di 1000 miniature presenti nel gioco. Andrea Iannone propone questo colosso per 3-5 giocatori espandibile a 9. Un progetto che ha visto impegnate ben tre piattaforme crowfunding tra cui giochistarter, impossibile fisicamente elencare la quantità di materiali presenti.

Uscita prevista per il gennaio 2018 abbiamo potuto ammirare il prototipo in avanzato stato di lavorazione.

venerdì 7 aprile 2017

Xi'an: costruiamo statue per l'imperatore? (ilBotta)

 Play è passata (e forse è durata poco) e ci lascia con molte cose positive, tra le quali la possibilità che Pendragon ci ha offerto, ossia provare in anteprima due titoli che usciranno dalla seconda metà/fine 2017. 
Un titolo è Way of Panda che ha provato il nostro Niubbo è che ve ne ha già parlato, e l'altro è Xi'an: Terracotta Army gioco da 2-4 giocatori, 60 min, del duo esordiente Francesco Testini e Marco Legato (che era fisicamente presente a spiegarci il gioco).
Di cosa si tratta? Il gioco ci catapulta nel secondo secolo A.C dove (storia ci racconta) un imperatore cinese vuole essere sepolto con una marea di statue d'argilla...noi siamo tra quei funzionari che dovevano far costruire, dipingere e adornare queste statue nella tomba dell'imperatore.

giovedì 6 aprile 2017

il Niubbo fa la Festa a Odino

Quest'anno parto in direzione Modena fiere senza la minima idea di cosa mi aspetterà alla Play. Le liste delle anteprime erano fitte ma il tempo per spulciarle nullo quindi decido di affidarmi unicamente al mio istinto ludico.

In questo e in alcuni prossimi piccoli articoli ho deciso di consegnare virtualmente alcune personali (e ripeto personali) onorificenze ai giochi che più mi hanno colpito.

Vere e proprie novità non ce ne sono ma quelle ci sarà tempo per approfondirle durante l'anno e chissà che tra millemila titoli che sono sfuggiti nel tempo, alcuni di questi non vi venga voglia di provarli o riprovarli.


mercoledì 5 aprile 2017

La miglior Play di sempre

Ci eravamo lasciati con queste parole pronosticate da Andrea Ligabue e a qualche giorno dalla chiusura della manifestazione mi trovo qui a scrivere un breve commento all'evento. Sintetizzando, non posso che trovarmi d'accordo con questa dichiarazione.

Al netto delle polemiche che infiammano i social che, ammettiamolo, spesso sono più flame e trollate che veri e propri casi critici, la vivibilità di Play, almeno la domenica, è aumentata. Il padiglione B ha preso finalmente vita e anche il padiglione C è diventato parte integrante (e più coerente) della fiera. L'aumento dei tavoli a disposizione dell'Area Prestito dei Goblin, siamo passati da una 70ina a 120, è stato un grande plus tanto da poter arrivare in orario di punta, prendere un gioco e trovare in 30 secondi un tavolo libero a cui sedere e studiarmi il regolamento.

martedì 4 aprile 2017

3 minuti di... Railroad Revolution (WYG?)

Uno dei cinghialotti presentati a Essen che nè io nè ilBotta eravo riusciti ancora a provare era Railroad Revolution, piazzamento lavoratori a ferroviario del duo Canetta/Niccolini, edito da WYG? e portato sul mercato italiano da Red Glove. Appena arrivati in fiera, dopo un veloce giro di perlustrazione nel padiglione A, con le meningi ancora fresche abbiamo approcciato questo titolo allo stand della 3M. RR si è dimostrato davvero interessante.

Materiali e illustrazioni sono in linea con lo standard dell'editore e se devo proprio fare un appunto ho trovato poco curata una parte della simbologia (i triangolini a indicare l'asperità del terreno proprio non mi sono piaciuti e nonostante il colore diverso non c'è proprio tutto questo colpo d'occhio che mi ha prospettato il dimostratore... tralasciamo anche il simbolo pianura che con le sue tre linee era più un "nebbia in val padana"), ma siamo proprio ai dettagli dettati dal gusto personale.

lunedì 3 aprile 2017

il Niubbo sulla via del Panda (Pendragon Game Studio)

Inizia l'intensa settimana post Play. Debuttiamo con un articolo del Niubbo che ha avuto il piacere di farsi una nuotata nell'acquario (la saletta demo) della Pendragon e provare in antepria uno dei prossimi giochi in uscita. Il risultato è un gioco che ci ha ingolosito tutti! (n.d.K.)

Il ritorno dalla Play 2017 mi lascia un piacevole senso di abbuffata ludica e il piatto forte lo sforna Pendragon Game Studio che ci permette di provare in anteprima “The way of Panda”. Lavoro a sei mani per il trio di autori formato da Andrea Mainini, Walter Obert e Alberto Vendramini, più le due di Davide Corsi che ne è l'illustratore.