martedì 28 febbraio 2017

Scythe... questa notte la luna assomiglia ad una falce (il Niubbo)

Ci sono giochi destinati a diventare grandi e per Scythe le premesse ci sono tutte. Campagna kickstarter conclusasi con un finanziamento che ha visto quasi 18000 backers doppiare per 54 volte il traguardo del pladge.  Se volessi elencare i materiali anche solo presenti nell'edizione retail andrebbe via mezzo articolo quindi, su tutti , cito solo le 25 stupende miniature personalizzate delle 5 fazioni in gioco. Come se non bastasse, espansione già disponibile nell'edizione inglese fino a 7 giocatori che sarà distribuita presumibilmente verso la fine di luglio anche in italiano sempre ad opera di Ghenos.

Nel tempo il gioco da tavolo in generale si è caratterizzato lungo due filoni, quello gestionale german e l'ambientato american. Con Scythe le due strade si sono incontrate in modo intelligente ( anche se la parte german rimane dominante ) e, presentando elementi caratteristici di entrambi i mondi, riesce ad attirare un gran numero di giocatori. Il successo di questo incontro ha visto così Scythe balzare in pochissimi mesi nella top 10 dei giochi da tavolo nonostante il prezzo non proprio popolare.

Scythe è arrivato in modo prepotente anche sui tavoli Riverforge (ce ne siamo accaparrate ben tre copie!), calamitando l'attenzione su di se in questo passaggio d'anno. A memoria non ricordo un altro titolo nuovo che avessimo rigiocato così tanto in così pochi giorni e questo fatto conferma quanta voglia trasmetta di essere scoperto e approfondito.

giovedì 23 febbraio 2017

Unboxing Micromondo (Cranio Creations)


Sono passati alcuni mesi e la mia collezione si è arricchita di un altro paio di titoli per 2 soli giocatori. Oggi unboxiamo Micromondo, di cui conosco l'autore (Martino Chiacchiera) e che reputo una delle prospettive migliori del movimento italiano... è talmente giovane che va ancora a scuola accidenti a lui!

Micromondo è una sfida a due modulare, sia nel tabellone che nelle regole, potendone aggiungere una decina a piacimento per rendere più profonda e sempre diversa. Le meccaniche di base sono il controllo territorio tramite maggioranze e i poteri variabili donati dai token gene da raccogliere sulla plancia.

Se devo portare una prima critica, forse prematura, l'ambientazione anticorpi contro virus non mi appaga poi molto, ma ha il pregio di essere piuttosto originale.

martedì 21 febbraio 2017

Game of Trains (dV Giochi)

Non sono un amante dei tascabili di sole carte, forse l'avrete intuito in quasi tre anni di articoli, e ho anche una leggera allergia alla disposizione geometrica di carte in cerchi, linee, quadrati; se poi aggiungiamo interazione distruttiva e alea avrete un giudizio negativo su Game of Trains, tascabilissimo localizzato da dV Giochi che ho avuto la possibilità di provare in ludoteca qualche tempo fà.

E invece... rimangiandomi quanto ho scritto in precedenza, mi sono trovato per le mani un giochetto che potrebbe sollazzare molti nella quindicina di minuti che vi terrà impegnati. Personalmente non lo comprerò, ma se siete alla ricerca di un filler economico da zaino (o da marsupio... brrrr!) Game of Trains potrebbe essere una scelta interessante. Come funziona?

giovedì 16 febbraio 2017

Unboxing Kingdomino (Blue Orange Games)

Ed eccoci qua con un altro gioco che ho depennato frettolosamente dalla lista di Essen e che a qualche mese di distanza mi ritrovo sullo scaffale. Torna sul luogo del delitto il lanciatissimo
Chatala, sempre sulla cresta dell'onda con le sue opere. Sto parlando di Kingdomino, piazzamento tessere per 2-4 giocatori, spendibile un po' con chiunque e della durata di un quarto d'ora o poco più.

Nella confezione quadrata piccola, quella da una ventina di centimetri usata spesso nei giochi da 2 (Targi, 7 Wonders Duel, etc) trovano posto i meeple dei Re dei giocatori, per la selezione tessere, 4 tesserine quadrate di partenza, 4 castelli (ammettiamolo, inutili ai fini del gioco) e una cinquantina di tessere rettangolari, belle spesse e già defustellate, illustrate in maniera accesa e simpatica. La finitura lucida inoltre non causa alcun problema alla lettura della situazione di gioco.

martedì 14 febbraio 2017

[The Family Box] Dobble (il Niubbo)


Con questo post vorrei iniziare a riempire virtualmente una scatola con i giochi che sono stai più apprezzati tra le famiglie. Nella mia esperienza di divulgazione ludica, il modello di famiglia preso in considerazione ha 4 componenti e, nel complesso, è piuttosto giovane con genitori tra i 30 e 45 anni e figli tra 8 e 15 anni. Proprio per farne entrare nella nostra scatola quanti più possibile senza fare impazzire la mamma, uno dei requisiti principali dei giochi scelti sarà l'ingombro limitato che occupano, inoltre dovranno essere belli e divertenti se no che gusto c'è.

Il primo titolo che finisce nella scatola è Dobble, conosciuto anche a casa mia come “Ne facciamo ancora una?” o “Ancora una e poi basta”.
Micro scatola di latta con il suo inconfondibile rilievo molto piacevole al tatto e mazzo di carte inimbustabili per la mia disperazione. Regolamento che fornisce 5 modi diversi di giocare con la medesima meccanica di base che prevede il colpo d'occhio. Si gioca con 55 carte rotonde, ognuna delle quali contiene 8 simboli disegnati, e fra due carte c'è sempre un solo simbolo in comune. Sostanzialmente vince chi è più veloce a trovare il disegno uguale.

giovedì 9 febbraio 2017

Unboxing Nations (Asterion Press)

Credo di aver già scritto che i giochi di civilizzazione non sono tra i piatti preferiti del nostro gruppo (forse nell'unboxing di TTA), infatti, solo un paio di mesi fa è arrivata sui nostri scaffali la prima scatola di Nations, gioco per 1-5 giocatori pubblicato in italiano da Asterion tre anni fa circa.
Nations può essere definito come una condensazione di Through The Ages e ne ripropone molti aspetti in una versione più veloce e accessibile. Vi faremo sapere se farà breccia nei nostri cuori o rimarrà sull'ultimo ripiano come il fratellone ispiratore.


martedì 7 febbraio 2017

Import / Export (Dark Flight)

Monitorando Kickstarter nelle scorse settimane mi è balzato all'occhio un gioco che ha poi scalato la classifica hotness di BGG e si è ritagliato anche un momento di gloria sui social. Al grido di "Glory to Rome incontra Container!" poi, che se siete un minimo addentro il mondo dei giochi sapete quanto siano amati dai giocatori, le fregole di molti si sono accese per Import / Export, gioco di carte e una manciata di cubetti per 2-6 (sei!) pubblicato dalla Dark Flight.

Prima di pledgiare di ignoranza però, mi sono scaricato le regole e ci ho dato un occhio, giusto perché quello slogan non è roba da poco e ricostruire il sistema di Container, con quel cappio asfissiante che può innescarsi e stringersi attorno al collo della partita dando al gioco un sapore quasi unico, non è roba semplice.


giovedì 2 febbraio 2017

[customizzando] Terra Mystica (il Niubbo)

Ardente del sacro fuoco dell'imbustamento il Niubbo si lancia in un nuovo tutorial della rubrica [customizzando] dove questa volta ci spiegherà come ha organizzato e ottimizzato la scatola di Terra Mystica.

Scopriamo insieme l'interno fatto in casa per Terra Mystica. Gli elementi sono stati studiati in modo da essere sfruttati anche durante lo svolgimento della partita sia per favorire il ricircolo di monete e lavoratori, sia la pesca dei territori. I giocatori possono inoltre sfruttare i contenitori sia per riporre tutti i propri pezzi, sia per tenere durante il gioco sotto controllo le risorse guadagnate.
Tutto questo con una spesa veramente esigua e sfruttando al meglio lo spazio a nostra disposizione.