giovedì 25 maggio 2017

Topiary (Fever Games)

Dopo l'esperienza fatta con le localizzazioni degli anni scorsi, Fever Games si lancia nella produzione di un titolo originale. Il salto non è scontato e avrebbe potuto tranquillamente tradursi in un buco nell'acqua. I ragazzi di Fever invece dimostrano di saperci fare e a Play hanno presentato Topiary, un filler per famiglie per 2-4 giocatori dalla durata sui 20 minuti.

Il gioco si appoggia sul concetto di linea di vista e i giocatori sono chiamati, in qualità di abili giardinieri, a creare prospettive il più armoniose possibili per i visitatori del parco, in pratica nel mettere in linea alberi potati in altezza progressivamente più alta e con tema comune.

martedì 23 maggio 2017

LudicaMantova 2017

Torna un grande evento ludico a Mantova, come potevamo non parlarne? Ospitiamo sulle nostre pagine uno degli organizzatori, Gabriele Berzoni.

Ciao Gabriele, ti va di presentare te e la tua associazione in qualche riga?
Amici Ludici è un’Associazione di Promozione Sociale, nata nel 2005 dalla volontà di 5 appassionati volenterosi di condividere il loro patrimonio ludico, al fine di far conoscere il gioco alla comunità locale. Negli anni l’obiettivo si è modificato e sviluppato, crescendo esponenzialmente.
Attualmente Amici Ludici possiede una ludoteca con circa 1600 giochi in scatola diversi capaci di cogliere i bisogni e le attitudini di coloro che li utilizzano.
Amici Ludici nel tempo si è trasformata, e si sta trasformando, ampliando il target di interesse e ad oggi propone attività per bambini, attraverso interventi diretti nelle scuole o nella propria sede, per ragazzi ed adolescenti, per adulti e per anziani, con interventi nelle RSA.
Pur crescendo rimane sempre l’idea dei volontari di essere prima di tutto fruitori del tesoro dell’associazione arrivando così a proporre giochi ed attività innovativi e ad hoc per i destinatari.

lunedì 22 maggio 2017

Nomination Spiel des Jahres 2017

Ed eccoci anche quest'anno a fare rimbalzare la notizia delle nomination per lo Spiel des Jahres 2017. Anche quest'anno abbiamo una rappresentanza italiana, con il prolifico Carlo Rossi in corsa il suo la Foresta Misteriosa. Eccovi la lista completa dei candidati.









giovedì 18 maggio 2017

Unboxing Tokaido (Pendragon Game Studio)

Se vi siete mai chiesti quanto sia difficile unboxare un gioco con una mano sola, non potete perdervi questo video... vabbè segnare il cellophane della scatola per strapparlo più facilmente, ma quando poi c'è da sollevare il coperchio della scatola l'impresa si fa ardua. Con questo in mente perdonatemi se il video fa un po' schifo, io non sono mica il niubbo con il suo treppiede e lo zoom comandato dal telecomando, io i soldi li investo nei giochi, non nella telecamera :-P

Con questa premessa andiamo a vedere cosa ci offre questa nuova, pura e candida, edizione di Tokaido, portata in Italia dalla Pendragon Game Studio per la felicità di chi ama il Giappone e i giochi un po' zen. Come la maggior parte di voi già saprà il gioco offre a 2-5 giocatori la possibilità di vivere in maniera astratta un viaggio lungo l'evocativa East sea road.

martedì 16 maggio 2017

The Thing: Infection at Outpost 31

Amanti della fantascienza? del parascientifico? di Lovecraft? dei giochi esclusivi? Se avete risposto si ad almeno un paio di queste domande direi che siete interessati a The Ting: Infection at Outpost 31, gioco annunciato in collaborazione tra Project Raygun e MondoTees.com, una strana collaborazione che sfrutterà le competenze di un editore (non ancora affermato) e di un gruppo di artisti molto interessanti.

Al momento non si sa molto del gioco, ma se siete collezionisti sappiate che verrà pubblicato in sole 1982 scatole, l'anno in cui è uscito il film di John Carpenter.

giovedì 11 maggio 2017

Unboxing Tutti i tuoi animali (Haba)

Dove si sono nascosti tutti gli animali? La piccola collezione di Sophie continua a crescere e anche questa volta andiamo ad aprire un gioco Haba, in scatola piccola (costo sempre sui 5€), si tratta di Tutti i tuoi animali, un triplo memory (il regolamento prevede tre varianti di cui una collaborativa) per bambini a partire dai 3 anni, età azzeccata che gli ha permesso di vedere il tavolo già decine di volte.

I materiali sono semplici e solidi, 24 tessere di dimensioni generose (circa 5cm di lato) illustrate nel classico stile Haba da Martina Leykamm e un dado bello grosso, facile da impugnare, con gli adesivi da incollare.

Il regolamento è chiaro, descrive semplicemente i passaggi da svolgere e qualunque non giocatore sarebbe in grado di spiegarlo al figlio; se dovete fare un regalino poco impegnativo potrebbe essere una buona opzione.

martedì 9 maggio 2017

Intervista a Silvano Sorrentino + enigma bonus

Ciao Silvano, ti va di presentarti ai nostri lettori in poche parole?
Ciao, molti di voi mi avranno visto in giro per fiere già perché faccio parte di daVinci Editrice fin dalla sua nascita nel 2001, altri perché hanno provato i miei giochi pubblicati per daVinci e altri editori, e altri perché hanno incontrato i miei enigmi logici e altre malvagità su riviste come Focus, Wired, La Settimana Enigmistica, Corriere Enigmistica e le purtroppo defunte GiocAreA e Focus Brain Trainer.
Sono nato e vivo a Bari, e ho tutti i tipici hobby che ti fanno riempire scaffali e spendere soldi collezionando libri, fumetti, videogiochi, cofanetti di serie tv e tutto il resto!

Come è cominciato il tuo anno ludico?
Questo 2017 dal mio punto di vista è ottimo: fra novità già uscite come la serie Deckscape (per dV Giochi) ad altro in uscita (Sherlook per Kaleidos, Treason in uscita in Giappone, e altro che non dico ancora per scaramanzia), credo che questo sia l'anno in cui sto ingranando davvero come autore, dopo anni di studio e di "gavetta".

giovedì 4 maggio 2017

Unboxing Star Wars: X-Wing veterani imperiali

Dopo aver reso competitiva la parte ribelle è ora il turno dell'impero con un'espansione per il set base che garantisce anche alla controparte il valore squadriglia necessario per intraprendere le prime schermaglie in dogfight.

Abbiamo deciso di schierare i Veterani Imperiali con un Tie Bomber e una delle navi che più mi piacciono esteticamente ossia un Tie Defender ( bello quanto fragile ).


martedì 2 maggio 2017

Deckscape: l'ora del test (dV Giochi)

Per giocare la prima confezione della serie Deckscape, l'Ora del Test titolo della dV Giochi che a un mese dalla sua pubblicazione non ha più bisogno di presentazioni, ho aspettato la serata giusta e il giusto gruppo di persone. Questa scatoletta s'infila di diritto nella nuova famiglia (che ha debuttato nel 2016) degli Escape Room Games; siete curiosi di sapere cos'altro ci sia in giro? Ecco qui la lista di BGG.

Per prima cosa ho fatto il taccagno e l'ho giocato in 6, per massimizzare la spesa rispetto ai giocatori, visto che il gioco non è ripetibile (a meno di gravi danni alla memoria a breve termine) e un po' mi era indigesto spendere 11€ per un solo colpo, senza la possibilità di esplorare il gameplay come in quasi qualsiasi altro gioco. Questa scelta poi si è rivelata azzeccata perché con questo numero di giocatori siamo riusciti a procedere in parallelo su più enigmi alla volta, recuperando tempo su quella manciata di bloccanti che ci hanno fatto perdere minuti preziosi. Quindi vi consiglio di giocarlo almeno in 4 persone con un buona attitudine alla comunicazione, per avere una coppia di cervelli su ciascun binario di risoluzione e per poter rendere un po' più movimentata la fase di discussione delle soluzioni.

giovedì 27 aprile 2017

Unboxing Star Wars: X-Wing eroi della resistenza

Difficile non cedere alla tentazione di affiancare fin da subito al set base un'espansione per entrambe le fazioni (peccato che alla fine le fazioni siano tre ma meglio andarci piano).

Esordio per i ribelli di una delle navi simbolo della saga: YT-1300 Millennium Falcon. Con un Ala-X T70 come scorta che quasi è passata inosservata nel video visto l'imponente protagonista, possiamo ora schierare una prima squadriglia per la modalità più divertente da giocare con x-wing: il dogfight.


martedì 25 aprile 2017

Il principe ranocchio Beniamino, unboxing e tutorial (Haba)

Bentornati all'aperiodico appuntamento con i giochi per bambini, oggi insieme a Sophie apriamo un'altra delle scatole Haba che ho recentemente comprato per lei, si tratta di Fritz Froschprinz, tradotto per il mercato italiano in Il principe ranocchio Beniamino.
Anche in questo caso siamo un po' in anticipo sui tempi, il gioco è consigliato per i bambini a partire dai 4 anni ed effettivamente non l'abbiamo giocato seguendo le regole, per quello c'è tempo, ma andando a cercare semplicemente le tessere con la palla d'oro e facendo la scenetta triste tutte le volte che non c'era.
Le illustrazioni sono in linea con lo stile Haba di questa serie (serie Superminis) e i materiali sono robusti, il ranocchio in particolare è bello imponente e facilmente manegievole anche da mani non proprio educatissime. Unica pecca alcune tessere con l'immagine un po' decentrata, ma salta all'occhio solo all'adulto e non inficia minimamente il divertimento dei bambini.

giovedì 20 aprile 2017

Legend of the Five Rings: The Card Game

Dopo aver acquisito quasi due anni fa la licenza di questo fortunato brand da AEG, la Fantasy Flight Games mi ha tenuto sulla corda per parecchi mesi senza rivelare nulla sui loro progetti a proposito del futuro di Rokugan.

In questi giorni invece se ne stanno uscendo con un sacco di novità, a partire dalle specifiche (sarà per 2 giocatori, di durata importante e decisamente non immediato con l'età consigliata impostata sui 14+, decisamente non un gioco da prendere sottogamba) e proseguendo con un botto di immagini e da una dettagliata spiegazione che potete trovare qui... si però... non correte subito a quel link perché Asmodee Italia ha già fatto tutto il lavoro per noi e ha tradotto il tutto, annunciandone anche l'edizione italiana! Come d'abitudine FFG si è prodigata in dettagli e spiega la struttura delle carte, le dinamiche di gioco. Il prezzo dell'edizione americana si attesta sui 40$ ma non ho trovato indicazione dei materiali se non quelli visibili nelle immagini qui sotto, quindi non posso sbottonarmi su una valutazione. Quello che preoccupa già invece alcuni nel tamtam sui social è la necessità di comprare 3 set base per avere il playset completo delle carte. Data di pubblicazione? Quarto trimestre 2017.

Questa invece la nota di presentazione del prodotto:

martedì 18 aprile 2017

[The Family Box] Splash! (il Niubbo)

Eccoci al secondo appuntamento con la nostra scatola delle meraviglie con un titolo che ho scoperto piuttosto recentemente ma che finisce presto nella box a causa della sua immediatezza. Gli ingredienti sono pochi ma vincenti: una manciata di legnetti in diverse forme e colori ben distinti, alcune pietruzze luccicanti, due righe di regolamento, il tutto in un'altra piacevolissima scatolina modello dubble.

Come spiegare le regole ? In ogni occasione ho rovesciato i legnetti sul tavolo ( le pietruzze servono per il punteggio, meglio lasciarle un attimo da parte ) e ho finto di distrarmi leggendo il mini regolamento. Grandi o piccoli che fossero i partecipanti, tutti hanno quasi subito provato ad impilare i pezzi di legno uno sull'altro. Dopo un paio di tentativi ecco la domanda” Ma come si gioca?”.

giovedì 13 aprile 2017

Unboxing Star Wars: X-Wing set base

Complice l'ambientazione piuttosto apprezzata, approda sui nostri tavoli Star Wars X-Wing il gioco di miniature. Per due giocatori ma notevolmente modulabile grazie al considerevole numero di navi disponibili ad oggi (una cinquantina per la disperazione delle nostre povere tasche), x-wing è cresciuto nel tempo ritagliandosi un proprio mondo organizzato. Nello specifico il set base propone 3 missioni per prendere confidenza con le prime navi tra cui proprio quella che da il nome al gioco.

Vedremo quanto riusciremo a spingerci lontano in questo tentativo di collezione epica.


martedì 11 aprile 2017

Cosa abbiamo acquistato a Play Modena 2017?

Ok ok, non saranno proprio tutti gli acquisti di Play. Un paio di giochi di piccolo formato (3 Segreti e Deckscape) me li sono dimenticati fuori vista nell'armadio e manca anche la parte de ilBotta, ma quest'anno è andato al risparmio e non si è svenato come suo solito.

Il grande assente però è Century, la Via delle Spezie, che è andato esaurito a 17 minuti dall'apertura della fiera e che a questo punto ho già ordinato al mio negoziante di fiducia. Sui social già si vedono i primi dubbi riguardo alcune dinamiche mentre altri ne decantano la bontà e sono alla ventesima partita in meno di una settimana. Mi piace quando un gioco divide in questo modo, non vedo l'ora di provarlo di persona.

Nell'attesa però andiamo a vedere i nostri acquisti, e già vi avverto che di Topiary ho detto che è un piazzamento lavoratori perché piazzi meeple attorno alle tessere lunghe le linee di vista, ma che in realtà non è proprio corretto ma al momento non mi veniva di meglio :-P

domenica 9 aprile 2017

Il Niubbo nella terra degli Elfi

Altro giro altro regalo e altro premio personale. Udite udite un gioco che ha quasi vent'anni ma che non avevo provato mai fin'ora. Vince il premio per “L'effetto sorpresa Play 2017” Elfenland, in particolare la versione deluxe del 2016 e badate bene che questo gioco uno “Spiel des Jahres” l'ha vinto davvero. In italiano by Giochi Uniti.

Comodamente seduto ad un tavolo dell'area goblins attendo insieme ad alcuni improvvisati compagni d'avventura ludica che uno dei giocatori torni con un titolo da provare. Non arriva con la novità del momento che desiderava testare ma con questo altro titolo che nessuno al tavolo ha mai provato e che almeno per noi diventa quindi novità suo malgrado.

sabato 8 aprile 2017

Come sbalordire un Niubbo. Medioevo Universalis

Premio “effetto WOW” per Medioevo Universalis. Ritirano il premio le più di 1000 miniature presenti nel gioco. Andrea Iannone propone questo colosso per 3-5 giocatori espandibile a 9. Un progetto che ha visto impegnate ben tre piattaforme crowfunding tra cui giochistarter, impossibile fisicamente elencare la quantità di materiali presenti.

Uscita prevista per il gennaio 2018 abbiamo potuto ammirare il prototipo in avanzato stato di lavorazione.

venerdì 7 aprile 2017

Xi'an: costruiamo statue per l'imperatore? (ilBotta)

 Play è passata (e forse è durata poco) e ci lascia con molte cose positive, tra le quali la possibilità che Pendragon ci ha offerto, ossia provare in anteprima due titoli che usciranno dalla seconda metà/fine 2017. 
Un titolo è Way of Panda che ha provato il nostro Niubbo è che ve ne ha già parlato, e l'altro è Xi'an: Terracotta Army gioco da 2-4 giocatori, 60 min, del duo esordiente Francesco Testini e Marco Legato (che era fisicamente presente a spiegarci il gioco).
Di cosa si tratta? Il gioco ci catapulta nel secondo secolo A.C dove (storia ci racconta) un imperatore cinese vuole essere sepolto con una marea di statue d'argilla...noi siamo tra quei funzionari che dovevano far costruire, dipingere e adornare queste statue nella tomba dell'imperatore.

giovedì 6 aprile 2017

il Niubbo fa la Festa a Odino

Quest'anno parto in direzione Modena fiere senza la minima idea di cosa mi aspetterà alla Play. Le liste delle anteprime erano fitte ma il tempo per spulciarle nullo quindi decido di affidarmi unicamente al mio istinto ludico.

In questo e in alcuni prossimi piccoli articoli ho deciso di consegnare virtualmente alcune personali (e ripeto personali) onorificenze ai giochi che più mi hanno colpito.

Vere e proprie novità non ce ne sono ma quelle ci sarà tempo per approfondirle durante l'anno e chissà che tra millemila titoli che sono sfuggiti nel tempo, alcuni di questi non vi venga voglia di provarli o riprovarli.


mercoledì 5 aprile 2017

La miglior Play di sempre

Ci eravamo lasciati con queste parole pronosticate da Andrea Ligabue e a qualche giorno dalla chiusura della manifestazione mi trovo qui a scrivere un breve commento all'evento. Sintetizzando, non posso che trovarmi d'accordo con questa dichiarazione.

Al netto delle polemiche che infiammano i social che, ammettiamolo, spesso sono più flame e trollate che veri e propri casi critici, la vivibilità di Play, almeno la domenica, è aumentata. Il padiglione B ha preso finalmente vita e anche il padiglione C è diventato parte integrante (e più coerente) della fiera. L'aumento dei tavoli a disposizione dell'Area Prestito dei Goblin, siamo passati da una 70ina a 120, è stato un grande plus tanto da poter arrivare in orario di punta, prendere un gioco e trovare in 30 secondi un tavolo libero a cui sedere e studiarmi il regolamento.

martedì 4 aprile 2017

3 minuti di... Railroad Revolution (WYG?)

Uno dei cinghialotti presentati a Essen che nè io nè ilBotta eravo riusciti ancora a provare era Railroad Revolution, piazzamento lavoratori a ferroviario del duo Canetta/Niccolini, edito da WYG? e portato sul mercato italiano da Red Glove. Appena arrivati in fiera, dopo un veloce giro di perlustrazione nel padiglione A, con le meningi ancora fresche abbiamo approcciato questo titolo allo stand della 3M. RR si è dimostrato davvero interessante.

Materiali e illustrazioni sono in linea con lo standard dell'editore e se devo proprio fare un appunto ho trovato poco curata una parte della simbologia (i triangolini a indicare l'asperità del terreno proprio non mi sono piaciuti e nonostante il colore diverso non c'è proprio tutto questo colpo d'occhio che mi ha prospettato il dimostratore... tralasciamo anche il simbolo pianura che con le sue tre linee era più un "nebbia in val padana"), ma siamo proprio ai dettagli dettati dal gusto personale.

lunedì 3 aprile 2017

il Niubbo sulla via del Panda (Pendragon Game Studio)

Inizia l'intensa settimana post Play. Debuttiamo con un articolo del Niubbo che ha avuto il piacere di farsi una nuotata nell'acquario (la saletta demo) della Pendragon e provare in antepria uno dei prossimi giochi in uscita. Il risultato è un gioco che ci ha ingolosito tutti! (n.d.K.)

Il ritorno dalla Play 2017 mi lascia un piacevole senso di abbuffata ludica e il piatto forte lo sforna Pendragon Game Studio che ci permette di provare in anteprima “The way of Panda”. Lavoro a sei mani per il trio di autori formato da Andrea Mainini, Walter Obert e Alberto Vendramini, più le due di Davide Corsi che ne è l'illustratore.


venerdì 31 marzo 2017

giovedì 30 marzo 2017

Unboxing Blood Rage (Asterion Press)

Ecco io vedo mio padre, ecco io vedo mia madre e le mie sorelle e i miei fratelli, ecco io vedo tutti i miei parenti defunti dal principio alla fine, ecco ora chiamano me, mi invitano a prendere posto tra di loro nella sala del Valhalla dove l'impavido può vivere per sempre.

Chi non conosce queste parole corra subito a vedere Il 13° guerriero e cerchi ispirazione per giocare a Blood Rage... qui si parla di vichinghi arrabbiati e non di platinati Asgardiani Marvel in tutina attillata che si fanno sbattacchiare sul pavimento dall'Hulk di turno.

Blood Rage non ha bisogno di altre presentazioni se non per citarne l'autore, Lang, da poco entrato in modo fisso nello staff CMON come direttore del Game Design della casa editrice.

martedì 28 marzo 2017

now press Play! GateOnGames

GateOnGames è una giovane realtà italiana che ha saputo attirare velocemente la nostra attenzione. 3 Kings in particolare è riuscito anche a finire sul tavolo dell'annuale raduno della sporca dozzina che risponde al nome di River Forge. Cogliamo l'occasione di Play per proporre qualche domanda a Mario Cortese.

Ciao Mario, è un piacere tornare a ospitarti sulle nostre pagine. Abbiamo lasciato Dungeodice con la pubblicazione di 3 Kings e BoM. Puoi fare un bilancio di quanto fatto fino a ora?

Ciao, piacere mio di avere ancora una volta spazio sul tuo blog! So che spesso è facile confondere i due marchi, trattandosi di sister companies. Ma ci tengo davvero molto a precisare che la pubblicazione di 3 Kings, Bandits On Mars e Orgoglio Nerd: Area Stampa è stata a cura di GateOnGames. Si tratta di un piccolo game studio che fa capo a DungeonDice.it, ma che opera in maniera del tutto indipendente con un suo staff e si occupa di realizzare prodotti in esclusiva per la distribuzione di DungeonDice.it. Tornando alla domanda originale: il bilancio è superpositivo. Tutti i nostri giochi hanno raggiunto il breakeven in meno di 6 mesi, forti della spinta commerciale del nostro portale di vendita, e per questa Modena Play 2017 abbiamo già creato la prima espansione per il nostro figliol prodigo, 3 Kings.

Grazie del chiarimento. Inconsciamente mixo sempre le due realtà, ma almeno ti ho fatto l'assist per parlare un po' di voi :) Cosa hai imparato di nuovo sul mercato dei giochi con questa nuova esperienza?

giovedì 23 marzo 2017

now press Play! Intervista ad Andrea Ligabue

Oggi facendo due parole in chat con Andrea Ligabue, direttore artistico di Play, è scattata la frase "... sto morendo! Però sarà la migliore Play di sempre!" e siccome non posso fargliela passare liscia adesso deve raccontare il perché di tanta sicurezza ai nostri lettori :D

Ciao Andrea, perché affermi che questa sarà la migliore edizione di sempre?
Banalmente perchè Play è, da quando è nato, un evento in crescita sia in termini di pubblico che in termini di programma: sarebbe strano non aspettarsi un ulteriore salto di qualità. In realtà il salto di qualità di quest'anno, per la nona edizione (decimo anno di Play) ha anche ragioni oggettive ed evidenti: una crescita importante in termini di spazi di tutti i protagonisti del nostro settore siano essi editori o associazioni. Avremo giochi da tavolo in padiglione A, B e C; una presenza molto significativa del gioco trdimensionale e il settore Gdr in crescita esplosvia, sia intermini di quantità che di qualità dell'offerta. A questo si aggiunge uno sbarco importante e significativo nella città in cui animeremo una delle piazze più importanti e prestigiose e altre strutture. Dentro ila fiera avremo anche la prima Escape Room Tripla a livello mondiale: un evento senz'altro da non perdere!

martedì 21 marzo 2017

Armi e Acciaio (dV Giochi)

dV Giochi mi vuole svuotare il portafogli... mi è appena arrivato il comunicato che entro un paio di mesi arriverà sul mercato italiano la localizzazione di Guns & Steel, Kickstarter del 2015 a opera dell'australiana Grail Games e oggi portato in Europa dalla Pegasus. Me l'ero rimirato per tutta la durata della campagna ma la dipendenza linguistica con il seppur poco testo sulle carte mi ha frenato.

Armi e Acciaio è un gioco di civilizzazione per 2-4 giocatori, ridotto e asciugato in modo da avere un solo mazzo di carte. Sarà disponibile una copia dimostrativa allo stand dV Giochi a Play e non vedo l'ora di provarlo! Sarà in grado si surclassare il mio amore per Innovation?

Ecco i dettagli:
Ideazione: Jesse Li
N. giocatori: 2-4
Età: 12+
Durata: 45-60’
Lingua: ITA
Illustrazioni: GUOXY, mango, YLAR
Prezzo consigliato: 16,90€


now press Play! La Tana dei Goblin

La Tana dei Goblin è una delle entità fondamentali per animare Play Modena. Quest'anno per la rubrica [now press Play!] diamo voce anche a loro grazie all'intervista concessaci da Pupina, responsabile della comunicazione.

Ciao Ramona, benvenuta sul blog. Come di rito ti chiediamo di presentarti in due righe.

Ciao Remo, grazie dell'invito!
Sono Ramona, alias Pupina, presidente de La Tana dei Goblin Cagliari e membro del consiglio direttivo de La Tana dei Goblin.
Per La Tana dei Goblin sono anche responsabile della comunicazione e a Play dirigo l'area Visibility.

Su quali fronti sarà impegnata la Tana in questa Play?

giovedì 16 marzo 2017

now press Play! Red Glove

In vista di Play (1 e 2 Aprile), come ogni anno diamo spazio a qualche casa editrice e alle sue novità. Uno degli editori che ha più attirato la nostra attenzione è Red Glove, non solo per la riapertura delle localizzazioni dei gioconi della WYG? ma per il movimento attorno alla nuova creatura di Chiarvesio e Favoni: Warstones.
Avendo avuto modo di vedere qualche immagine del prototipo sono davvero curioso di vedere come è stato portato a termine il lavoro... ma non solo... un'altra cosa mi ha fatto drizzare le antenne, ecco parte del comunicato:

martedì 14 marzo 2017

now press Play! dV Giochi

Play si avvicina, il conto alla rovescia continua inesorabile, e anche oggi scrivo due righe su uno degli editori che sarà presente all'evento, come lo è stato costantemente in questi anni ma per mia percezione sempre più attivo e in espansione. Visto che tutti parlano delle novità dV Giochi per Play, invece di elencarvele (e comunque vi ho accennato di 3 Secrets e Deckscape) ho pensato di fare un paio di domande a Barbara Rol, che si occupa di marketing e comunicazione presso l'editore umbro, per a vostra curiosità verso questa casa editrice.

Ciao Barbara, ho notato un radicale aumento nel numero delle novità annue, originali e localizzate, pubblicate da dV Giochi a partire dal 2014. Cosa è cambiato?

venerdì 10 marzo 2017

now press Play! Goblin Magnifico

Con colpevole ritardo pubblichiamo anche noi i primi risultati del premio più amato dai pelleverde. Lo Scelto dai Goblin ha visto vincitore il nostro amatissimo Scythe!
Come potrete immaginare noi siamo strasoddisfatti, e l'articolo di qualche giorno fa testimonia la nostra affezione per questo gioco (forse ho anche trovato chi mi pittura le minia :-P).

La giuria ha anche finito di smazzarsi tutti i cinghialotti degni di nota usciti lo scorso anno e sono stati selezionati 7 giochi che si aggiungono allo Scelto dai Goblin e tra cui si sceglierà il Goblin Magnifico. Ecco di seguito l’elenco:


mercoledì 8 marzo 2017

The Oracle of Delphi. L'oracolo è cieco.

Ultimamente ho scritto qualche pezzo con impressioni non positive, cosa che che difficilmente capita così in serie, forse perché sono di bocca buona, forse perché non mi va di perdere tempo a scrivere di un gioco che alla prima partita non mi ha convinto, ne tantomeno mi va di riprovare.
Oggi però vado a toccare un mostro sacro che con le sue ultime opere poco mi ha sconfinferato, sto parlando di Stefan Feld (ma ammetto di non aver giocato Aquasphere) e del suo The Oracle of Delphi.
Qualche settimana fa l'ho giocato in una partita a 4 giocatori durata circa 90 minuti, in cui tutti eravamo tesi nel cercare di svolgere per primi i 12 obiettivi, o 12 fatiche, di cui alcuni a setup fisso e altri estratti a inizio partita.


giovedì 2 marzo 2017

now press Play! Fever Games

Dopo qualche tempo torniamo a parlare di Fever Games, giovane editore di Pescara alla sua terza apparizione a Play; della loro produzione avevamo apprezzato Epic Resort e un po' snobbato Boss Monster (che non è proprio nelle nostre corde) di cui verrà presentata proprio a Play l'espansione "Il livello successivo"; si tratta di 160 carte che permetteranno di diversificare l'esperienza di gioco con nuovi eroi oscuri e multiclasse, nuove abilità (rivelare) e opzioni. Questa confezione potra essere giocata stand alone o combinata con il gioco base. Nella newsletter ci segnalano inoltre che torneranno disponibili i playmat e le promo.


martedì 28 febbraio 2017

Scythe... questa notte la luna assomiglia ad una falce (il Niubbo)

Ci sono giochi destinati a diventare grandi e per Scythe le premesse ci sono tutte. Campagna kickstarter conclusasi con un finanziamento che ha visto quasi 18000 backers doppiare per 54 volte il traguardo del pladge.  Se volessi elencare i materiali anche solo presenti nell'edizione retail andrebbe via mezzo articolo quindi, su tutti , cito solo le 25 stupende miniature personalizzate delle 5 fazioni in gioco. Come se non bastasse, espansione già disponibile nell'edizione inglese fino a 7 giocatori che sarà distribuita presumibilmente verso la fine di luglio anche in italiano sempre ad opera di Ghenos.

Nel tempo il gioco da tavolo in generale si è caratterizzato lungo due filoni, quello gestionale german e l'ambientato american. Con Scythe le due strade si sono incontrate in modo intelligente ( anche se la parte german rimane dominante ) e, presentando elementi caratteristici di entrambi i mondi, riesce ad attirare un gran numero di giocatori. Il successo di questo incontro ha visto così Scythe balzare in pochissimi mesi nella top 10 dei giochi da tavolo nonostante il prezzo non proprio popolare.

Scythe è arrivato in modo prepotente anche sui tavoli Riverforge (ce ne siamo accaparrate ben tre copie!), calamitando l'attenzione su di se in questo passaggio d'anno. A memoria non ricordo un altro titolo nuovo che avessimo rigiocato così tanto in così pochi giorni e questo fatto conferma quanta voglia trasmetta di essere scoperto e approfondito.

giovedì 23 febbraio 2017

Unboxing Micromondo (Cranio Creations)


Sono passati alcuni mesi e la mia collezione si è arricchita di un altro paio di titoli per 2 soli giocatori. Oggi unboxiamo Micromondo, di cui conosco l'autore (Martino Chiacchiera) e che reputo una delle prospettive migliori del movimento italiano... è talmente giovane che va ancora a scuola accidenti a lui!

Micromondo è una sfida a due modulare, sia nel tabellone che nelle regole, potendone aggiungere una decina a piacimento per rendere più profonda e sempre diversa. Le meccaniche di base sono il controllo territorio tramite maggioranze e i poteri variabili donati dai token gene da raccogliere sulla plancia.

Se devo portare una prima critica, forse prematura, l'ambientazione anticorpi contro virus non mi appaga poi molto, ma ha il pregio di essere piuttosto originale.

martedì 21 febbraio 2017

Game of Trains (dV Giochi)

Non sono un amante dei tascabili di sole carte, forse l'avrete intuito in quasi tre anni di articoli, e ho anche una leggera allergia alla disposizione geometrica di carte in cerchi, linee, quadrati; se poi aggiungiamo interazione distruttiva e alea avrete un giudizio negativo su Game of Trains, tascabilissimo localizzato da dV Giochi che ho avuto la possibilità di provare in ludoteca qualche tempo fà.

E invece... rimangiandomi quanto ho scritto in precedenza, mi sono trovato per le mani un giochetto che potrebbe sollazzare molti nella quindicina di minuti che vi terrà impegnati. Personalmente non lo comprerò, ma se siete alla ricerca di un filler economico da zaino (o da marsupio... brrrr!) Game of Trains potrebbe essere una scelta interessante. Come funziona?

giovedì 16 febbraio 2017

Unboxing Kingdomino (Blue Orange Games)

Ed eccoci qua con un altro gioco che ho depennato frettolosamente dalla lista di Essen e che a qualche mese di distanza mi ritrovo sullo scaffale. Torna sul luogo del delitto il lanciatissimo
Chatala, sempre sulla cresta dell'onda con le sue opere. Sto parlando di Kingdomino, piazzamento tessere per 2-4 giocatori, spendibile un po' con chiunque e della durata di un quarto d'ora o poco più.

Nella confezione quadrata piccola, quella da una ventina di centimetri usata spesso nei giochi da 2 (Targi, 7 Wonders Duel, etc) trovano posto i meeple dei Re dei giocatori, per la selezione tessere, 4 tesserine quadrate di partenza, 4 castelli (ammettiamolo, inutili ai fini del gioco) e una cinquantina di tessere rettangolari, belle spesse e già defustellate, illustrate in maniera accesa e simpatica. La finitura lucida inoltre non causa alcun problema alla lettura della situazione di gioco.

martedì 14 febbraio 2017

[The Family Box] Dobble (il Niubbo)


Con questo post vorrei iniziare a riempire virtualmente una scatola con i giochi che sono stai più apprezzati tra le famiglie. Nella mia esperienza di divulgazione ludica, il modello di famiglia preso in considerazione ha 4 componenti e, nel complesso, è piuttosto giovane con genitori tra i 30 e 45 anni e figli tra 8 e 15 anni. Proprio per farne entrare nella nostra scatola quanti più possibile senza fare impazzire la mamma, uno dei requisiti principali dei giochi scelti sarà l'ingombro limitato che occupano, inoltre dovranno essere belli e divertenti se no che gusto c'è.

Il primo titolo che finisce nella scatola è Dobble, conosciuto anche a casa mia come “Ne facciamo ancora una?” o “Ancora una e poi basta”.
Micro scatola di latta con il suo inconfondibile rilievo molto piacevole al tatto e mazzo di carte inimbustabili per la mia disperazione. Regolamento che fornisce 5 modi diversi di giocare con la medesima meccanica di base che prevede il colpo d'occhio. Si gioca con 55 carte rotonde, ognuna delle quali contiene 8 simboli disegnati, e fra due carte c'è sempre un solo simbolo in comune. Sostanzialmente vince chi è più veloce a trovare il disegno uguale.

giovedì 9 febbraio 2017

Unboxing Nations (Asterion Press)

Credo di aver già scritto che i giochi di civilizzazione non sono tra i piatti preferiti del nostro gruppo (forse nell'unboxing di TTA), infatti, solo un paio di mesi fa è arrivata sui nostri scaffali la prima scatola di Nations, gioco per 1-5 giocatori pubblicato in italiano da Asterion tre anni fa circa.
Nations può essere definito come una condensazione di Through The Ages e ne ripropone molti aspetti in una versione più veloce e accessibile. Vi faremo sapere se farà breccia nei nostri cuori o rimarrà sull'ultimo ripiano come il fratellone ispiratore.


martedì 7 febbraio 2017

Import / Export (Dark Flight)

Monitorando Kickstarter nelle scorse settimane mi è balzato all'occhio un gioco che ha poi scalato la classifica hotness di BGG e si è ritagliato anche un momento di gloria sui social. Al grido di "Glory to Rome incontra Container!" poi, che se siete un minimo addentro il mondo dei giochi sapete quanto siano amati dai giocatori, le fregole di molti si sono accese per Import / Export, gioco di carte e una manciata di cubetti per 2-6 (sei!) pubblicato dalla Dark Flight.

Prima di pledgiare di ignoranza però, mi sono scaricato le regole e ci ho dato un occhio, giusto perché quello slogan non è roba da poco e ricostruire il sistema di Container, con quel cappio asfissiante che può innescarsi e stringersi attorno al collo della partita dando al gioco un sapore quasi unico, non è roba semplice.


giovedì 2 febbraio 2017

[customizzando] Terra Mystica (il Niubbo)

Ardente del sacro fuoco dell'imbustamento il Niubbo si lancia in un nuovo tutorial della rubrica [customizzando] dove questa volta ci spiegherà come ha organizzato e ottimizzato la scatola di Terra Mystica.

Scopriamo insieme l'interno fatto in casa per Terra Mystica. Gli elementi sono stati studiati in modo da essere sfruttati anche durante lo svolgimento della partita sia per favorire il ricircolo di monete e lavoratori, sia la pesca dei territori. I giocatori possono inoltre sfruttare i contenitori sia per riporre tutti i propri pezzi, sia per tenere durante il gioco sotto controllo le risorse guadagnate.
Tutto questo con una spesa veramente esigua e sfruttando al meglio lo spazio a nostra disposizione.

martedì 31 gennaio 2017

Breaking news 31/01/2017

Norimberga è alle porte (prima settimana di Febbraio ormai alle porte), l'attività editoriale è in un periodo frenetico, e le newsletter ci informano di alcune novità nel mondo ludico, vediamo se riusciamo a pescare qualcosa di interessante.

Iniziamo con Cranio Creations che ci informa che Nome in Codice, best seller di Vlaada Chvátil torna disponibile con una revisione grafica della copertina in onore della sua quinta ristampa. Piccola novità a dire il vero, ma che mette l'accento sulla straordinaria accoglienza che ha avuto il titolo, fatto testimoniato anche dalle diverse copie presenti nelle collezioni dei membri del nostro gruppo.

giovedì 26 gennaio 2017

Unboxing Desperados of Dice Town (Asterion Press)

Il duo Cathala/Maublanc cavalcando l'onda dei giochi ambientati nel vecchio West ha proposto un paio di anni fa un simpatico gioco di dadi dal titolo Desperados of Dice Town, adatto per un pubblico ampio e per 2-4 giocatori, pubblicato in italiano da Asterion Press. Il niubbo se l'è accaparrato approfittando di un'offerta (io non ne ero troppo convito avendolo già giocato agli Asterion Gaming Day e non trovandolo nelle mie corde) e l'ha spacchettato negli scorsi mesi.

I materiali sono buoni, soprattutto ben lavorati per catturare un pubblico sempre più esigente. Le fiches per esempio potevano essere semplici punti vittoria, ma è stato fatto uno sforzo per trovare un collegamento emotivo che le rendesse più interessanti. I dischi dei personaggi stessi sono fortemente caratterizzati a livello grafico, con un'illustrazione per ognuno di essi. L'iconografia è chiara e il regolamento scritto come si deve.

martedì 24 gennaio 2017

Macroscope [unboxing + rece] (dV Giochi)

Uno dei giochi che più mi ha colpito durante la scrematura della lista di giochi in uscita a Essen è stato Macroscope, in realtà più per l'idea che per il gioco in se stesso. Dopo una prova in fiera mi sono deciso subito all'acquisto e nelle scorse settimane di vacanza, viste anche le diverse occasioni in cui proporlo a non giocatori, ho aperto la confezione con l'aiuto di Sophie.

I materiali si sono rivelati adeguati, con fustelle robuste, piccoli accorgimenti ergonomici apprezzabili (come gli adesivi da incollare ai dischetti che oscurano i fori del macroscopio impedendo che si muovano accidentalmente, o come le viti di cartone che danno solidità alla struttura) e un buon numero di carte (200 con immagini sia sul fronte che sul retro). Anche la grafica si è rivelata adatta, simpatica il giusto per il target famigliare indicato (6+), ma non solo, anche gli adulti l'hanno apprezzata.

giovedì 19 gennaio 2017

Unboxing First Class (Hans im Glück)

Anche quest'anno Hans im Glück non ha rivelato, se non giusto qualche giorno prima dell'apertura della fiera, il titolo del suo gioco di punta per Essen 2016. Si trattava di First Class: Unterwegs im Orient Express, liofilizzazione e conversione in gioco di carte di Russian Railroads. Con questo non voglio sminuire il gioco, che non è solo una semplice rivisitazione di RR, ma da li parte (è innegabile) e si sviluppa secondo il suo percorso.

Senza entrare nel merito di un giudizio, che potrebbe risultare affrettato soprattutto perché non completamente positivo, oggi vi proponiamo l'unboxing in cui io e ilBotta andiamo ad aprire la confezione che credo sia arrivata con uno scambio particolarmente fortunato.

martedì 17 gennaio 2017

West of Africa (ADC Blackfire)

Tra i giochi presentati a Essen, West of Africa è entrato nel mio radar per qualche giorno per uscirne velocemente subito dopo durante le multiple scremature che la quantità di novità ha forzatamente imposto... forse l'ho catalogato un po' troppo frettolosamente tra i not for me. In questi giorni ho visto il regolamento nella cartella dei da leggere e gli ho buttato un'occhiata... vediamo se ho mancato il colpo o se l'istinto mi ha detto bene nel non approfondire il titolo.

WoA è un pick-up and deliver con elementi di area control ambientato nell'arcipelago delle Canarie. In qualità di mercanti, da 2 a 5 giocatori dovranno coltivare beni, venderli, costruire edifici e cercare di divenire Alcalde delle isole, tutto finalizzato a guadagnare oro e vincere la partita... niente di trascendentale, anzi, un po' tutto quello che siamo abituati a fare in un classico german da 60 minuti, ma con un'ambientazione un filo più insolita.

giovedì 12 gennaio 2017

Unboxing Tales of the Arabian Nights (Giochix.it)

Unboxing di Tales of the Arabian Nights, epico gioco per 1-6 giocatori pubblicato in italiano da Giochix.it grazie alla raccolta fondi realizzata lo scorso anno tramite la piattaforma italiana Giochistarter... serve aggiungere altro?
Qualche settimana fa scrissi che il gioco più atteso del 2016 era Scythe, bhe, TotAN era al secondo posto, dietro giusto un soffio a causa della sua particolarità... gioco vecchiotto, prono al downtime e fortunoso. Ma al tempo stesso capace di far vivere avventure dal sapore orientale che non riuscirete a non raccontare nei giorni successivi nonostante siate german fighetti. Ok, forse sto esagerando e gli amanti di Uwe e Stefan potrebbero non amarlo alla follia, ma la bontà del prodotto in quanto a mix tra storytelling e librogame è innegabile... nobile progenitore di Above & Below.

martedì 10 gennaio 2017

Railroad Revolution… la coperta non è corta (il Niubbo)

Cari lettori non ho intenzione di scrivere una recensione tecnica Railroad Revolution visto il considerevole numero di bloggers che lo hanno già fatto, cosa che evidenzia quanta attenzione abbia catturato il gioco. Per questo titolo in rete si trovano già anche ottimi tutorials quindi mi limiterò a condividere con voi le mie impressioni.

A proposito di impressioni, anche le mie lasceranno il tempo che trovano perché, se mi fossi limitato a prendere in considerazione solo i giochi che avevano impressionato i miei fidati consiglieri, mi sarei perso tanti titoli molto validi. Il consiglio è sempre di provare e riprovare perché non è bello ciò che è bello e non mi stancherò mai di ripeterlo.

Oggi, signori, parliamo di coperte. Quando è corta bisogna stringersi. Poi, inconsciamente, si cerca la posizione comoda e si finisce per rigirarsi e allungarsi scoprendo i piedi. Il risultato è un sonno agitato e per nulla ristoratore e al risveglio si è più stanchi di quando ci si è coricati. Nel gioco da tavolo è uguale. Con la coperta corta si può rischiare di passare l'intera partita alla ricerca dell'inesistente posizione di comodità mentre l'unica soluzione è riuscire a stringersi quanto più possibile per ottimizzare il poco che abbiamo a disposizione.

giovedì 5 gennaio 2017

Unboxing Barony (Asterion Press)

Marc André dopo Splendor torna a colpire il mio cuore, (ma non il mio portafogli, il gioco l'ha comprato ilBotta) con Barony, esagonatissimo gioco per 2-4 giocatori pubblicato in italiano da Asterion Press.
Con colpevole ritardo anche questo gioco arriva a un anno dalal sua pubblicazione sul nostro tavolo, complice una buona offerta acchiappata a Lucca questo autunno. Il video è finito in coda a tutto il resto e ve lo proponiamo, ahimè, solo oggi.
Ottimi materiali, grafica interessante, regolamento lineare, dinamiche solide... per una descrizione più accurata vi tocca aspettare una recensione completa, mentre per vedere con i vostri occhi cosa abbiamo trovato all'apertura della scatola non vi resta che vedere il video che abbiamo registrato.


martedì 3 gennaio 2017

Unboxing Mi Tierra: New Era (Aldebaran Games)

Nonostante i sei mesi di ritardo che ha accumulato la consegna di questo gioco, oggi andiamo ad unboxare con curiosità Mi Tierra: New Era, seconda edizione di questo bucolico gioco per 2-6 giocatori pubblicato tramite kickstarter dalla sudamericana Aldebaran Games.

Grafica rivista completamente e materiali pimpati grazie al crowdfunding, il gioco si presenta bene, soprattutto grazie ai numerosi segnalini in legno sagomati. Personalmente preferivo la grafica precedente, con quegli omini super deformed molto simpatici, mentre non mi posso esprimere sulle modifiche al regolamento che ne hanno inspessito l'esperienza.
Sui social ho già letto dei primi dubbi, soprattutto relativamente alla riduzione del numero di lavoratori all'aumentare del numero di giocatori, soluzione che non permette uno svolgimento pieno della partita... vi faremo sapere...