giovedì 28 maggio 2015

AGoT LCG seconda edizione (Asterion Press)

Continuano a susseguirsi le notizie e gli articoli sulla nuova edizione de Il Trono di Spade: il gioco di carte seconda edizione. Dopo l'annuncio della localizzazione italiana a cura di Asterion Press e il lancio di un video promozionale che potete vedere qui, FFG continua a rilasciare articoli che spiegano il sistema di gioco (le modifiche apportate in una direzione di generale semplificazione) e che mostrano il nuovo stile grafico, a mio parere azzeccatissimo.

Un paio di giorni fa è stato pubblicato questo articolo (On the Tourney Ground) che spiega come giocare la versione mischia per 3-6 giocatori. Non sono in grado di commentare questo tipo di sfida perché nel gruppo giochiamo solo 1vs1 ma a giudicare da quanto leggo, se mai switcheremo su questa nuova edizione visto l'ingente investimento fatto in questi anni, nemmeno questa volta la giocheremo. A nostro avviso è un gioco perfetto per due giocatori. Stop.

martedì 26 maggio 2015

Träxx, scuola vecchia fa buon brodo (il Designer)

I designer spesso cercano l'elemento originale a tutti i costi anche fallendo clamorosamente non tanto nella bontà del gioco ma nella ricezione del pubblico. Quello teutonico in particolare a volte rivela gusti molto distanti dai miei, per farvi un esempio su tutti l'imprevedibile successo di Quixx (premiato anche con la nomina allo SdJ 2013) un paio di anni fa. Quixx è un progetto su cui ha lavorato il duetto di autori che quest'anno presentano Träxx (e The Game... in nomination per lo SdJ 2015), gioco per 1-4 giocatori che in una quindicina di minuti dovranno tracciare delle linee sulla plancia di gioco personale connettendo le differenti zone.

I materiali del gioco come potete vedere nell'immagine sono ridotti all'osso: 4 plance, 15 carte e 4 pennarelli. Le plance sono esagonate in 7 colori e alcuni esagoni presentano la numerazione da 2 a 10; le plance sono identiche salvo i punti di partenza, differenti per ognuna. Le carte indicano il colore degli esagoni (4 o 5 alla volta) che si potranno toccare ogni turno. I pennarelli, in abbinamento alle plance plastificate sono delebili.

giovedì 21 maggio 2015

Ships. Il nuovo titolo di Wallace (il Compulsivo)

Eccheccavolo anche Wallace se la prende con gli zombie? Non se ne può più! Fortuna vuole che nel 2015 uscirà un suo gioco a tema classico: Ships. Prima i dati tecnici: il gioco dovrebbe durare un paio di ore e portare al tavolo da 2 a 5 giocatori, idealmente dovrebbe proseguire quanto fatto con Automobile.

Per questo articolo riprenderò quanto scritto da Wallace stesso sul suo sito per presentare il gioco, se siete interessati alla versione completa e in lingua originale potete trovarlo qui, in attesa di un regolamento che l'autore dichiara probabilmente simile a quello di Automobile in quanto a corposità.

Il gioco è diviso in tre ere contraddistinte da tre macro famiglie di navi: galee, galeoni e navi a vapore. La plancia (potete vedere qualche immagine su bgg) contiene le informazioni dello sviluppo progressivo delle navi, una mappa dell'Europa e una cornice che schematizza locazioni nel resto del mondo.

Il tuo turno è diviso in due fasi. Nella prima fase si deve scegliere tra il commercio o prendere una carta da un display di sette scoperte (permettono azioni speciali o forniscono denaro e punti vittoria). Il commercio permette di vendere beni, migliorare il vostro magazzino, etc. Già qui quindi abbiamo un primo elemento di valutazione su come bilanciare nella nostra strategia tra entrate e carte.

martedì 19 maggio 2015

Dice Town: fate il vostro gioco (il Niubbo)

Il tempo di dare un po di meritata biada al mio cavallo e di scuotere la polvere dai miei consumati stivali e vi parlerò della città da cui sono giunto: Dice Town, dove anche il vostro miglior amico può diventare il vostro peggior nemico. Gli autori Ludovic Maublanc e Bruno Cathala si affidano alla Matagot e sfornano un competitivo gioco da 2-5 giocatori da 8 anni in su per circa 30/45 minuti di divertimento assicurato.
Asterion prende la mira, spara e centra un altro bersaglio pubblicando in italiano questo titolo a dir poco imprevedibile, ricco di bluff e colpi bassi e fresco di ristampa. Dice Town ha trovato posto tra i miei preferiti per tre motivi. Primo fra tutti l’alto grado di interazione e i più affezionati avranno già capito che tengo molto a questa caratteristica nei giochi. Ho notato che giocando spesso con non-gamers questa è apprezzata perché limita molto il downtime e aumenta il divertimento.
Secondo motivo da pollicissimo su la parte grafica. Pierô ci delizia con illustrazioni molto belle e coinvolgenti che attirano l’attenzione e non vi nascondo che per le prossime partite sono tentato di procurarmi un bel cappello da cow-boy.

giovedì 14 maggio 2015

Una nuova ondata per Star Wars: Armada

La Forza si è risvegliata e il mondo dei giochi non rimane certo addormentato. FFG cavalca il rinnovato hype attorno al brand e, oltre al costante lancio di titoli dedicati all'universo di Star Wars, supporta il tutto con un costante flusso di espansioni.

Giochi Uniti, editore italiano che cura la localizzazione di Star Wars: Armada ha annunciato sul suo sito l'imminente arrivo della prima serie di espansioni: la Wave I. Si tratta di una serie di pack che comprendono sia singole navi di grosse dimensioni sia squadroni di caccia. Dalle brevi descrizioni presenti sembrano un ottimo inizio per cominciare personalizzare la propria flotta e ottenere il massimo dalle strategie orchestrate per sconfiggere gli avversari.

I pack sono i seguenti, sette dei dodici (gli altri cinque fanno parte della Wave II) per ora pubblicati:
- Star Destroyer Classe Victory
- Corvetta Corelliana CR90
- Fregata Nebulon-B
- Fregata d’Assalto Mark II
- Star Destroyer Classe Gladiator
- Squadroni di Caccia Ribelli
- Squadroni di Caccia Imperiali
e conterranno tutto il materiale per rendere giocabili (segnalini, carte e indicatori) questi modelli predipinti.

martedì 12 maggio 2015

Unboxing Richard I (District Games)

Dado Critico ha già realizzato un unboxing di Richard I, senza imposizione alcuna decantandone i pregi. Nonostante questa agguerrita concorrenza anche noi abbiamo deciso di filmare in maniera più ortodossa e noiosa l'apertura della nostra scatola.

Richard I è un gioco per 3-8 giocatori, ideato da Andrea Chiarvesio. Stranamente però su BGG non è raccomandato il gioco a 3 ma bensì quello a 2, mentre il gioco dovrebbe dare il meglio di sé in 6 o 8 giocatori. Se il video vi avrà incuriosito a sufficienza potrete trovare qui il regolamento per farvi un'idea più chiara di cosa offra questo collaborativo a fazioni. Non siete soddisfatti? Alkyla ha già provveduto a pubblicare un videotutorial che potete trovare nella puntata 65 di Tocca a te (e godetevi l'introduzione).

lunedì 11 maggio 2015

Portal Games annuncia gli Atlantidei

Oggi sul sito della Portal Games è comparso l'annuncio dell'imminente presentazione della nuova fazione degli Atlantidei per il gioco Coloni Imperiali. Essa avverrà fra un paio di mesi alla Gencon e permetterà di alzare il numero massimo di giocatori a 5.

Se volete qualche ulteriore dettaglio per esempio sui materiali o sulla nuova risorsa che entrerà in gioco, il patner italiano della Portal, Pendragon Game Studio ha già pubblicato la notizia sul proprio profilo Facebook.

venerdì 8 maggio 2015

Tulipmania 1637 (il Compulsivo)

Sono uno di quelli che ride quando gli dici "ci sono solo 10 tipi di persone, chi conosce il codice binario e chi no". Verso fine anni novanta ero un adolescente smanettone tra schede elettroniche, Visual C e p2p e vedevo con gli occhi del newbie (attraverso i newsgroup) svilupparsi sempre più velocemente internet e l'interesse intorno a esso. Poi esplose la bolla, la dot-com bubble. Non che mi toccasse in qualche modo, ma fu comunque la prima bolla economica a cui assistei con coscienza, altro che crisi del '29 e libri di storia. Forse mi rimase dentro un po' di curiosità.

Quando nel 2010, in piena bolla immobiliare, in occasione di Play la Tana propose la localizzazione in italiano di Tulipmania 1637 corsi a cercare informazioni. La sola idea di cavalcare una bolla economica (quella dei tulipani appunto) speculando e rischiando mi affascinava. Nonostante i materiali e la grafica non particolarmente accattivanti acquistai il gioco con entusiasmo; gioco che rispettando la scheda di BGG avrebbe occupato per un'oretta da 3 a 5 giocatori.

martedì 5 maggio 2015

Hooop! (il Papone)

Anni e anni di gioco. Passi la maggior parte del tuo tempo libero cercando di giocare a tutto il giocabile, scegliendo giochi che stimolino sempre di più il tuo subconscio ludico e spingi i tuoi sensi in tutte le direzioni e dopo anni ti dimentichi che semplice e banale non sono sinonimi. Ma la via del gioco ti raggiunge sempre, come un boomerang che hai deciso di tirare anni addietro è così che la mia bambina (al tempo di 8 anni) mi ha fatto riscoprire la semplicità; si perché adesso è lei il mio principale avversario, lei che vede la mia teca di giochi come un bel laghetto dove tuffarsi nell'afoso caldo estivo.