giovedì 29 gennaio 2015

Dungeons & Dragons Dice Masters

Dopo Yu-Gi-Oh! e Marvel si amplia l'universo di Dice Masters. Dal profilo Twitter di Eric Lang (@eric_lang), prolifico autore americano, siamo venuti a conoscenza dell'annuncio ufficiale di WizKids per la pubblicazione dello starter set Dungeons & Dragons Dice Masters: Battle for Faerûn.
Questa confezione contiene:
- 44 dadi personalizzati
- 38 carte
- 2 sacchetti
- il regolamento
Questa prima uscita contiene tutto il necessario per giocare a Battle for Faerûn ma come indicato sul sito della WizKids saranno disponibili ulteriori pack collezionabili che amplieranno l'esperienza di gioco; ogni nuovo pack conterrà 2 carte e 2 dadi che i giocatori potranno scegliere per comporre il loro "team" ideale.

mercoledì 28 gennaio 2015

Mood X (il Papone)

Oggi torniamo a parlare di uno storytelling entrato nella mia watchlist di Essen e di cui abbiamo già pubblicato una preview qui. Ho regalato il gioco a un amico, e fedele lettore del blog, che sapevo avrebbe avuto modo di sfruttarlo con la figlia e gli amici. Dopo qualche settimana gli ho chiesto se fosse disponibile a scrivere le sue impressioni e oggi mi trovo a dargli il benvenuto su queste pagine. In futuro questa collaborazione potrebbe diventare continuativa aprendo il blog a giochi anche per i più giovani. Per ora ho deciso, visto il suo ruolo, di chiamarlo il Papone, mutuando il soprannome di Peter Griffin. (K)

Quando qualcuno ti regala qualcosa sei sempre sorpreso ed entusiasta, ma quando quel qualcosa è un gioco il livello di aspettativa, in noi appassionati, sale al massimo; non vedi l’ora di aprire il pacco e scoprire di cosa si tratta! Quando ho ricevuto Mood X ho capito che non sarebbe stato tra i miei giochi preferiti, ma deciso a provarlo ho subito organizzato una partitella coinvolgendo quattro ignari invitati (si può giocare fino a otto).

lunedì 26 gennaio 2015

Finalisti in concorso per l’As d’Or

Sul sito TricTrac.net è stata resa pubblica la lista dei finalisti in concorso per il premio gioco dell'anno 2015, l’As d’Or.

Il concorso assegnerà quattro premi e la cerimonia di premiazione avverrà il 26 febbraio all'apertura del Festival International de Jeux de Cannes che poi si svolgerà dal 27 febbraio al 1 marzo.
Ecco di seguito la lista:

giovedì 22 gennaio 2015

Asmodee acquisisce Ystari e Pearl Games...?

Per chi faticasse con francese e inglese, il sito gusandco.net e di riflesso dicetowernews.com hanno fatto rimbalzare la notizia per cui Asmodee avrebbe comprato altre due case editrici da lei già distribute: Ystari e Pearl Games.

L'informazione di questa nuova acquisizione è cavillata su un comunicato della Marabunta che nomina "Space Cowboys, Days of Wonder, Ystari, Pearl Games, e FFG" nella stessa famiglia. In realtà non è nulla di nuovo.

La vera notizia secondo me è

Unboxing Dice Brewing (Board&Dice)

Oggi ho ideato un nuovo teorema, il prezzo specifico, se esista già qualcosa del genere non lo so... ma non credete a quei mendaci. Si tratta del rapporto tra peso specifico e prezzo, ottenendo quindi: peso / volume / prezzo = prezzo specifico.
Il prezzo specifico di una scatola vi ha mai spinto all'acquisto di un gioco? A me sì.

Dice Brewing in fiera a Essen aveva un valore elevatissimo grazie ai suoi 52 dadi e a un prezzo (carte promo incluse) contenuto. Quando a Essen me lo sono ritrovato per le mani, non ho saputo resistere, nonostante la lettura del regolamento mi avesse lasciato qualche dubbio sul twist.

martedì 20 gennaio 2015

Grand Cru. La vita è troppo breve per bere vino scadente (lo Snob)

Da amante del buon vino (e della buona tavola), era da tempo che aspettavo un titolo che ne proponesse l’ambientazione. Possibile che a nessuno venisse l’ispirazione di farci immergere nel mondo di Bacco? “Annata” 2010! Eccomi accontentato! Sì perché in quell'anno ne uscirono ben due: Vinhos e Grand Cru. Purtroppo i membri del nostro gruppo si sono da subito dimostrati restii ad investire nel primo (anche se poi portano a casa titoli che fanno rizzare i capelli), intimoriti dalla durata e dalla presunta complessità. “Non è un gioco per noi dai!” continuavano a ripetere quei miscredenti semiastemi che trangugiano robaccia da discount! Bleah! (che Dio li perdoni). Nel frattempo stavo monitorando il progetto Viticulture che, proponendo il binomio Toscana\vino mi tentava molto. Purtroppo le cose non sono andate per il verso giusto per Viticulture, cosicché mi è arrivato in regalo quest’anno Grand Cru. Immaginate quindi l’entusiasmo nel poter finalmente vestire i panni del viticoltore.


venerdì 16 gennaio 2015

Unboxing Coin Age (TMG)

Coin Age è un gioco tascabile per 2 giocatori realizzato tramite la piattaforma Kickstarter ed edito originariamente come print&play free. La Tasty Minstrel Games ha seguito la pubblicazione di questo progetto di Adam P. McIver (quest'anno propone un'altro gioco che mi incuriosisce: #VECTOR).

La meccanica di base è l'impiego di monete (le cui due facce sono attribuite ai giocatori) di differenti dimensioni al fine di controllare le aree in cui è divisa la plancia; lanciando in aria le monete, di turno in turno si determinano quale sia l'azione disponibile.

Il regolamento è contenuto in pochissime righe e potete trovarlo tradotto e impaginato nella versione tascabile a questo link.

martedì 13 gennaio 2015

Steso da El Gaucho destro (il Compulsivo)

La moglie di uno dei ragazzi del gruppo è una dj sudamericana e dopo la sua prima partita al El Gaucho, il nuovo titolo della Argentum Verlag, il suo commento è stato "bhe dai, posso dire a mia moglie di essere il secondo miglior gaucho della pampa!". Quella stessa partita il gioco mi ha steso... con un gaucho destro. Se la prima partita di rodaggio, giocata in due, mi aveva lasciato un po' freddino, provandolo in più giocatori questo titolo mi ha conquistato.

Tre regole. Il gioco ruota intorno a tre concetti principali, il primo è che devo usare i risultati di due dadi tra quelli a disposizione per eseguire una o due azioni direttamente collegate al valore indicato; il secondo è che nella costituzione di una mandria devo seguire un ordine (crescente o decrescente) di valore e che se non posso farlo sono costretto a vendere; il terzo è che le azioni speciali che seleziono non posso farle subito, ma dal turno successivo in poi. Il resto è contorno.

giovedì 8 gennaio 2015

27th Passenger: A Hunt On Rails (jvandick)

Oggi usiamo il servizio di posate buono e i piatti che normalmente teniamo in vetrina... abbiamo un ospite! Diego (jvandick in rete), appassionato giocatore e divulgatore ludico, ha scritto una recensione per un titolo di cui abbiamo fatto l'unboxing qualche tempo fa. Quindi benvenuto e buona scrittura!

27th Passenger: A Hunt On Rails, è il curioso titolo scelto dagli autori  Manolis Zachariadis e Christos Giannakoulas e pubblicato da Purple Games, per fra salire da  da 3 a 6 assassini sul treno che li trasporterà nei dintorni di New York  in un viaggio di circa 1 ora, durante il quale dovrete cercare di assassinare i vostri compagni di viaggio scoprendone l’identità  evitando di colpire gli ignari viaggiatori, uno alla volta fino a rimanere gli unici sopravvissuti. Se il sangue non vi spaventa allora potete continuare a leggere, altrimenti fermatevi pure a questo punto!
Il gioco, contenuto in una scatola dalle dimensioni ridotte, è costituito da una piccola plancia per tener traccia dello spostamento del treno e dei passeggeri innocenti che saliranno e scenderanno nelle varie stazioni , da diverse tipologie di carte e da un blocco per prendere i propri appunti. Il tutto risulta funzionale e gradevole.

martedì 6 gennaio 2015

Hawaii. L'isola che c'è! (lo Snob)

Il sole, le onde da cavalcare, il suono di un ukulele, la pesca, la danza delle ballerine, in una parola: Hawaii. Se con altri titoli la confidenza è arrivata dopo una o due partite o preghiere in ginocchio degli altri componenti del gruppo che mi invitavano a provare i loro acquisti, con Hawaii è stato un colpo di fulmine. Visto già apparecchiato sul tavolo gestito dalla TreEmme alla Play del 2013, era come una sirena che cantava. Graficamente bellissimo, risorse da raccogliere (ottimi i materiali in legno), nemmeno uno straccio di carta, tutto quello che mi serve per divertirmi. E così di preghiere il tipo non ha dovute farne nemmeno una, è bastato un volete provarlo? È stata fatta.

venerdì 2 gennaio 2015

Takenoko. Quasi quasi ci rigioco (il Niubbo)

Takenoko è un gioco da tavolo creato da Antoine Bauza del 2011 (Davvero? Pensavo fosse più vecchio!), da 2 a 4 giocatori, della durata di circa 60 minuti, consigliato da 10 anni in su ed edito in Italia da Asterion Press. Dubito che il più dei giocatori non conosca questo titolo in cui dovremo sapientemente muovere l’affamato panda ed il facinoroso giardiniere sui territori esagonali che andranno via via componendo il sontuoso giardino reale. In questo gioco nessuna disputa su chi avrà il segnalino blu, chi il rosso, il giallo e chi il verde. Semplicemente, a turno, ogni giocatore potrà svolgere due azioni diverse a scelta tra: piazzare una tessera terreno, muovere il giardiniere che fa crescere il bambù, muovere il panda che mangia il bambù, prendere un canale irrigazione o pescare una carta obiettivo (divise in tre tipologie: terreni, giardiniere e panda). Una volta soddisfatte le richieste, sono proprio le carte obiettivo che daranno punti vittoria e, completati un numero di obiettivi variabili in base al numero dei giocatori, la partita termina ed il vincitore sarà quello con il maggior numero di punti. Il giocatore che per primo termina li numero di obiettivi richiesto riceve due punti extra dall'imperatore ma non è detto che sia il vincitore. Se aggiungiamo il fatto che, dal secondo turno in poi e all'inizio del turno stesso, ogni giocatore ha a disposizione un tiro di dado per un’azione speciale (questo gli permette di prendere un miglioramento, svolgere due volte la stessa azione, ottenere un ulteriore movimento per il giardiniere o il panda, ottenere un’ulteriore azione a scelta o scegliere quale azione speciale fare) ecco composto l’intero regolamento. Pronti? Via!