martedì 30 dicembre 2014

Augustus, il più usato dagli italiani! (ilBotta)

Essendo a fine anno ho dato un occhiata ai vari titoli usati durante l'anno, e quello più richiesto e giocato dal mio gruppo è stato Augustus, edito dalla Hurricane sul mercato anche in lingua nostrana.

Augustus è un gioco per famiglie, per 2-6 giocatori che dura una mezz'oretta, con un target decisamente ampio; ci si può giocare con un ragazzino di 8 anni, con dei giocatori occasionali, saltuari (ma anche con assidui) fino ad arrivare alla nonna di 80 anni che non ha mai visto un gioco in scatola.

Il perchè sia il più giocato è presto spiegato: lo tiro fuori anche con cene o occasioni in cui non ci sono giocatori al tavolo!
Infatti, quello che ha reso il gioco cosi un successo è proprio la sua semplicità.

venerdì 26 dicembre 2014

Blood Bowl: Team Manager (il Designer)

Intorno al '98 o '99, in piena fase adolescenziale, trovai in edicola il primo numero di White Dwarf, rivista edita dalla Games Workshop per la fidelizzazione degli acquirenti delle loro miniature. Grazie a quella rivista, vorace delle mie paghette, conobbi Blood Bowl e tutto il suo background. Notate, non ho mai giocato in vita mia una sola partita a un gioco GW, ma ho comunque comprato per anni la rivista, sfruttato le sue idee nelle mie sessioni di gdr e continuato a rimirare affascinato gli eserciti esposti alle varie manifestazioni ludiche.

mercoledì 24 dicembre 2014

Royals. Maggioranze reali (il Designer)

Evento più unico che raro, abbiamo organizzato una sessione di gioco mattutina, la prima per il gruppo nella sua attuale conformazione. Mentre alcuni si organizzavano per uscire il pomeriggio con le mogli, una balzana idea si è fatta strada in due cervelli gemellati... e se ci trovassimo sul presto per giocare almeno un paio di titoli? ilBotta potrebbe mettere a disposizione il suo "ufficio" senza scomodare le moglie alle 8.30 del mattino? In queste condizioni, con il cervello freschissimo, più per la frizzante aria mattutina, abbiamo giocato la prima partita di Royals, un titolo che avrebbe poi trovato e troverà spazio sui nostri tavoli.

Royals, edito dalla Abacusspiele, è la riedizione di Heads of State (del 2008 e fresco vincitore sulla tana del titolo di peggior grafica mai realizzata) ed è un gioco di maggioranze, caratteristica che stranamente non trova spazio nella descrizione di BGG. A livello di materiali l'editore ha fatto un ottimo lavoro, proponendo una plancia spaziosa, token in cartoncino molto spesso e carte telate, tutto molto resistente e con una piacevolezza materica non indifferente.

lunedì 22 dicembre 2014

Lancaster Big Box

Venerdi abbiamo pubblicato una recensione di Lancaster (qui) oggi spulciando un pò in giro mi sono accorto che è partita da un paio di settimane la campagna Kickstarter per il Big Box del gioco.

Con un Pladge di 82$ (67 euro) si riceve il Big Box contenente gioco base + espansione Nuove Leggi + espansione Enrico V + espansione con Tessere ricompensa + nuova Plancia di gioco + gioco Edo.
La spedizione in italia costa 20$ (poco più di 16€) mentre in Germania e altri paesi gratis.

Sono possibili anche altre combinazioni  come Lancaster Big Box + Fresco Big Box (gioco base + 11 espansioni) a circa 138€ spedito

Certo, il nostro bel paese sui prodotti importati ci bastona con tasse (tanto per cambiare) e quindi bisogna mettere in conto eventuali "sorprese doganali", però per chi volesse approfittare è un bel pacchetto.

Altrimenti bisogna aspettare che un noto store mondiale (inizia con la A!) lo prenda in consegna nei suoi magazzini e lo butti fuori (come è capitato con altri Big Box) sui 50€ o meno.

Riuscirete a resistere?

venerdì 19 dicembre 2014

Lancaster: God save the King (lo Snob)

Premessa:
ieri dovevamo andare online con questo articolo ma abbiamo avuto problemi tecnici (sistemati in parte solo ora [14:17 di venerdi 19]) e ci scusiamo per questo!

Con questo nuovo articolo diamo il benvenuto a un nuovo redattore, membro fondatore del gruppo e fiero possessore di una delle rare t-shirt River Forge: lo Snob.

Capita, trovandomi in un gruppo di giocatori che compra più titoli che pane, di dover spesso testare i nuovi arrivati, sacrificando a volte tempo prezioso per giochi che non avrei provato nemmeno sotto tortura. Ed è così, con lo stesso entusiasmo di quella volta che in Marocco ho dovuto farmi un aperitivo al TE’ VERDE!, che mi sono seduto al tavolo davanti a Lancaster. L’impatto visivo non è di quelli che ti catturano al primo istante, quindi il dubbio permaneva. Aggiungiamoci poi la spiegazione non proprio fluida di Khoril e finiamo con la classica frase: “ok iniziamo e vediamo come gira sennò mi rompo”.


martedì 16 dicembre 2014

Unboxing 27th Passenger: A Hunt On Rails (Purple Games)

Oggi ci lanciamo nell'unboxing di un gioco di bluff e deduzione molto interattivo che ho avuto il piacere di provare a Essen: 27th Passenger: A Hunt On Rails.

Questo gioco dal sapore vintage (Cluedo, eliminazione diretta, etc) è ambientato su un treno nella New York degli anni '20. Scopo del gioco è scoprire le caratteristiche degli altri giocatori, dichiarare quale sia la loro identità segreta e sbarazzarci di loro. Il numero di giocatori supportato è da 3 a 6, ma immagino che dia il suo meglio con più giocatori possibili (io l'ho provato in 6), le meccaniche impiegate sono la scelta simultanea di carte azione incrociata con la gestione della mano stessa di carte (avremo azioni speciali tutte nostre date dalle carte skill).

giovedì 11 dicembre 2014

Castles of mad King Ludwing (ilBotta)

Devo ammettere che non ero particolarmente entusiasta e trepidante quando seppi dell’uscita dell’ultimo titolo dell’americano Ted Alspach (papà di Suburbia), con appunto Castles of mad King Ludwing gioco da 1-4 giocatori uscito a Essen edito dalla Bezier Games. Poi, però, il nostro "el loco" insisteva per averlo (come faccio a farmi scappare un gioco intitolato "i Castelli del Pazzo Re Ludovico", sarà il mio gioco vedrai, ripeteva) cosi nella valigia di giochi post Essen ci siam ritrovati anche questo. Ero davvero scettico, anche se dalle prime news e informazioni non traspariva affatto, pensavo comunque che fosse un clone riadattato di Suburbia. Poi, però, la curiosità ha iniziato a farsi sentire (hai un gioco nuovo in collezione e non o provi?), cosi abbiamo deciso di:
- fare un unboxing (ecco il video)

martedì 9 dicembre 2014

Unboxing Royals e regolamento italiano (Abacusspiele)

Il Dr. House una volta ha detto: Ma che senso ha vivere senza curiosità? Forse non si tratta della citazione più aulica possibile ma calza a pennello con ciò che è successo per Royals, il family game edito da Abacusspiele per Essen 2014.
La curiosità l'hanno sollevata le immagini in anteprima di tessere divise da un incastro a puzzle come anticipato da questo articoletto... la cosa ha portato ad avere una copia del gioco nelle mie mani.
In attesa di una recensione con le impressione del nostro gruppo vi anticipo che quello che immaginavo di quelle tessere (combinabili per aumentare la rigiocabilità) proprio non c'entra nulla.

venerdì 5 dicembre 2014

Unboxin Augustus (Hurrican Games)

Su Augustus c'è tanto da dire (la discussione sulla composizione del sacchetto di gettoni per esempio, l'ho trovata piuttosto interessante) ma poco da aggiungere, in moltissimi l'hanno già acquistato, provato e recensito. Dal canto nostro, il gruppo ne possiede diverse copie, visto il suo super potere di riuscire a coinvolgere e divertire un range di persone molto ampio, sia per età che per predisposizione al gioco.

In occasione dell'acquisto di una nuova copia del gioco per ilBotta, abbiamo deciso di realizzarne l'unboxing. In questo modo, per chi non si fosse ancora deciso a comprarlo, questo video dovrebbe darvi una panoramica dei materiali contenuti in questa scatola over-size.

giovedì 4 dicembre 2014

New Bedford, Carcassonne, Star Wars

Ieri sera ho buttato uno sguardo su uno dei social network che abitualmente non frequento: Twitter. E ho pescato una in fila all'altra diverse notizie, ecco le più interessanti.

Uplay.it sul suo profilo ufficiale (@uplayit) pubblica l'immagine di un kickstarter in corso e non ancora completamente finanziato con un semplicissimo "in uscita nell'estate 2015". Si tratta di New Bedford, un piazzamento lavoratori in cui si dovrà costruire la cittadina del Massachusetts famosa per essere un porto di baleniere.

mercoledì 3 dicembre 2014

Robinson Crusoe. È facile morire su un isola maledetta! (ilBotta)

Era il lontano 2011 quando iniziavano a circolare le prime voci e le prime immagini di Robinson Crusoe: adventure on the cursed island, del genio polacco Ignacy Trzewiczek! Da subito ero stato catturato dall'idea del dover sopravvivere come veri naufraghi su un isola abbandonata, dovendo fare i conti con scarsità di cibo, difficoltà nel trovare e costruire un riparo, costruirsi armi, cacciare etc etc. Quindi, quando nel 2012 il gioco usci edito dalla Portal, ero stratentato di acquistarlo e giocarci in lingua anglofona. Poi la notizia che speri arrivi sempre quando t'innamori di un titolo che è fortemente dipendente dalla lingua, cioè che un editore italiano aveva acquistato i diritti per produrlo da noi. Siiii! Finalmente! Devo solo pazientare qualche mese, dato che l'uscita del titolo edito dalla nostra Uplay, sembrava imminente.

lunedì 1 dicembre 2014

Unboxing Star Realms (WWG)

In fiera a Essen ho conosciuto i ragazzi della White Wizard Games che presentavano il loro Star Realms, un deckbuilding per 2 giocatori ampliabile con più confezioni a più giocatori (ma non penso lo farò mai). Il costo estremamente contenuto, poco più di 10€ (in Italia si trova intorno ai 15€) mi ha spinto a comprarlo, sostenuto dai commenti entusiasti di Federico di Giochi sul nostro tavolo. Da notare che ogni busta di espansione costa solamente 4€ e non sono necessarie se non dopo un cospicuo numero di partite, altro punto a favore per un gioco tascabile che sembra avere tutte le carte in regola per avere successo.

Anche oggi parliamo di un gioco edito grazie a Kickstarter, che non sforna solo accozzaglie di miniature con regolamenti inutili o bacati, ma qualche volta riesce a regalarci gemme di design che altrimenti con più difficoltà avrebbero ottenuto l'attenzione che meritano.