martedì 17 ottobre 2017

Kanagawa (Iello)

L'estremo oriente, il Giappone più in particolare, colpisce profondamente l'immaginario di molte persone, compreso il mio, nonostante non abbia poi così tanti giochi con questa ambientazione.
Il tema di Kanagawa, creare un dipito Sumi-e andando a lezione da un maestro e migliorando le proprie competenze, attinge a piene mani da questa cultura e mi ha sicuramente attratto, se aggiungiamo la firma di un designer sulla cresta dell'onda come Bruno Cathala l'acquisto diventa quasi un instabuy.

Già diversi hanno parlato delle regole e potete trovare facilmente dei video che ne spieghino il gamplay. Mi concentro quindi solo sulle caratteristiche che dovrebbero spingervi a scegliere o meno di acquistare questo gioco.

giovedì 12 ottobre 2017

Preview Photofinish + Intervista all'autore

Oggi stavo leggendo il regolamento di Photofinish: the Final Rush, il nuovo nato in casa Planplay e mi stavo apprestando a scriverne un'anteprima. Poi però mi sono detto che conoscendo Walter Nuccio, l'autore, assiduo frequentatore degli incontri di autori di giochi e autore de La progettazione dei giochi da tavolo, poteva essere interessante sentirne parlare direttamente da lui.

Ciao Walter, ti va di presentari in qualche riga ai nostri lettori?
Ciao Remo, nella vita sono un informatico, nel tempo libero un appassionato di giochi e di game design. Quando mi imbatto in un gioco interessante mi piace “smontarlo” concettualmente per capire com’è fatto, perché trovo ci sia sempre tanto da imparare. Da questa attitudine sono partito per scrivere il mio libro, che hai citato, nel quale parlo di giochi da tavolo dalla prospettiva di chi li progetta.

martedì 10 ottobre 2017

Intervista a Cristian Papi autore di 1300

Ciao Cristian, bentrovato e benvenuto sulle pagine digitali di River Forge. Presentati in qualche riga ai nostri lettori.
Ciao a tutti. Sono Cristian Papi, autore di 1300 e giocatore di ruolo praticamente dal secolo scorso: ho cominciato nel 1988. Nella "vita reale" faccio il portiere, ho avuto un passato da programmatore informatico e credo che questo abbia influenzato molto la mia mentalità. Ma su questo torneremo successivamente.

Cosa pensi del mondo del gdr oggi in Italia?
Secondo me il mondo del GDR in Italia oggi è fervido e florido più che mai: ci sono giochi di tutti i tipi e per tutti i gusti, l'offerta è molto ampia e variegata. L'unico problema è che molti di questi non superano una certa "soglia critica" di vendite o di fama, per cui magari rimangono sconosciuti al vasto pubblico. Inoltre, la perdurante lotta fra Tradizionalisti e Innovatori, secondo me non fa bene a questo hobby.